In questa atmosfera in cui la carne si corrompe, in cui i corpi si disfano per l’umidità, in cui tutto marcisce; in questa atmosfera che, per eccesso di vita, affretta la morte, mi sono aggrappato a esseri immateriali, a entità ideali che né il caldo soffocante né l’umidità potevano corrompere. All’esuberanza informe contro la quale nulla si può fare, ho voluto contrapporre il rigore controllato. Per resistere a quel delirio di materie destinare a perire, mi sono immerso nella purezza immobile del cristallo. Si sono mai viste definizioni matematiche imputridire su due piedi, teoremi liquefarsi, ragionamenti ammuffire, assiomi finire divorati dai vermi. Ti verrà da ridere, ma è stato in quelle circostanze, in cui ne andava della mia incolumità fisica, che mi sono reso conto del fatto che la matematica è imputrescibile. Per sfuggire alla pregnanza del reale che mi soffocava, ho dovuto fare appello a una pura attività dello spirito. Per me è stata un balsamo.

- Grosrouvre

Cominciava appena appena a flirtare con quella matematica che prima di allora aveva rappresentato per lui un mondo frigido e insensato, dove la verità, come una vera e propria statua del Commendatore, non riusciva a stabilire rapporti carnali e appassionati con gli oggetti studiati. La consapevolezza che le verità matematiche non trascendevano l’universo, ma erano consustanziali agli spazi nei quali si affermavano come verità, ebbe su di lui un effetto inebriante. Per Ruche, i concetti filosofici non erano mai stati pensieri freddi, rifugio esclusivo dell’intelletto. Li viveva come esseri sensibili con i quali intratteneva rapporti fisici, fatti di sensazioni, emozioni, attaccamento; anche repulsione, talvolta. Forse era avviato a stabilire rapporti simili con gli oggetti che popolavano il mondo matematico.

View text
  • #denis guedj #matematyka #panacea #amazzonia #mangiare i libri
  • 5 ore fa
View photo
  • 5 ore fa
  • 49227
View photo
  • 1 giorno fa
  • 1204
View photo
  • 1 giorno fa
  • 1608
View photo
  • 1 giorno fa
  • 75061

I’ve always envied people who sleep easily. Their brains must be cleaner, the floorboards of the skull well swept, all the little monsters closed up in a steamer trunk at the foot of the bed.

Benioff, David. City of Thieves.   (via fatiloquent)
View quote
  • 1 giorno fa
  • 17614
View photo
  • 1 giorno fa
  • 6324
View photo
  • 1 giorno fa
  • 1862
View photo
  • 1 giorno fa
  • 187592
View photo
  • 1 giorno fa
  • 22218
View photo
  • 4 giorni fa
  • 925
View photo
  • 4 giorni fa
  • 15684
View photo
  • 1 settimana fa
  • 102
View photo
  • 1 settimana fa
  • 213
View photo
  • 1 settimana fa
  • 1288
x